La Foedus compie dieci anni e festeggia con un concerto di Alessandro Taverna

La Foedus compie dieci anni e festeggia con un concerto di Alessandro Taverna

La Foedus compie dieci anni e festeggia con un concerto di Alessandro Taverna

Nessun commento su La Foedus compie dieci anni e festeggia con un concerto di Alessandro Taverna

Foedus-132La Fondazione Foedus che si occupa di promuovere l’impresa la cultura e la solidarietà in Italia e nel mondo, ideata da Mario Baccini, compie dieci anni di attività.

Per inaugurare le celebrazioni dell’anno del decennale giovedì12 giugno alle 20.00 i soci fondatori, gli amici, i volti noti dell’impresa, dello spettacolo e della cultura hanno brindato nel giardino dell’Accademia Filarmonica Romana per poi ascoltare il recital pianistico del maestro Alessandro Taverna, giovanissimo talentuoso del piano che è stato protagonista di due concerti con i Münchner Philharmoniker al Gasteig di Monaco e al Musikverein di Vienna, invitato dal celebre direttore d’orchestra Lorin Maazel, che lo ha diretto in quell’occasione nel 3° Concerto di Prokofiev. Madrina della serata è stata Ludovica Rossi Purini.

Con il concerto di Taverna si aprono le celebrazioni dell’anno del decennale. E’ stata Diana Battaggia Baccini a illustrare gli appuntamenti più importanti previsti nel corso dell’anno. Per quanto riguarda il calendario ufficiale delle celebrazioni, per ora, sono previsti eventi di rilevanza internazionale: la presentazione della Foedus in Bielorussia a Minsk a settembre, due business meeting internazionali e un incontro di geopolitica nei mesi di giugno e ottobre, la presentazione del programma Foedus Foundation USA a New York e Miami a luglio, il Premio internazionale Capri ideato da Claudio Angelini e oggi sotto l’egida Foedus sempre a settembre, l’inaugurazione della mostra Giovanni Falcone: Eroe italiano alla Camera dei Deputati a ottobre e successivamente l’allestimento della stessa a Washington DC, la presentazione dei nuovi volumi della collana Foedus a novembre; per concludere l’anno la manifestazione del “Dono per un sorriso” e la consegna degli annuali riconoscimenti Foedus impresa, cultura e solidarietà nel mese di dicembre.

“Il programma della Foedus per i primi dieci anni – dichiara Mario Baccini, presidente della Fondazione – è stato ricco di avvenimenti e opere in favore della cultura, della solidarietà e dell’impresa nella massima espressione dell’italianità. Per il futuro la Foedus sta concentrando le sue attenzioni alla collaborazione con imprese straniere per il potenziamento delle attività italiane all’estero con l’apertura verso gli Stati dell’ex Unione Sovietica, con la realizzazione del branch a Minsk, e verso l’America Latina con l’apertura di una sede in Argentina. Sostenere l’italianità e il futuro con rinnovato amore per le massime espressioni artistiche contemporane e con la proverbiale attenzione per le opere di solidarietà ci spingono a continuare la nostra azione con rinnovato vigore nella missione della Fondazione Foedus”.

Erano presenti: l’onorevole Fabrizio Cicchitto, consigliere Pino Cangemi, la senatrice Anna Bonfrisco, il giudice Cesare Martellino, il procuratore Antonino Di Maio, il ministro Claudio Taffuri (direttore dell’Unità di crisi del MAE), il senatore Stefano Dambruoso, l’onorevole Pino Galati, Gianni sammarco, Janet De Nardis, Victor e Annamaria Ciuffa, Pietromaria Brunetti (AD Ferrero spa), il consigliere Roberto Cantiani, Cesare Pambianchi, l’on. Cosimo Latronico, tenore Francesco Grollo, gen. Ugo Zottin e consorte, mons. Vittorio Formenti, tra gli imprenditori Michetti Francesco Paolo, Vittorio Paoletti e Walter Tisone, Giancarlo Rossi, Maurizio Talarico, Alessandro Risulo, Paolo Paolillo, Carmine Caracciolo, Pietro Lepore (Harry’s Bar), Carlo Chiti, il magistrato Elena di Tommaso, i coniugi Claudio e Annarosa Strinati e Pierluigi Borghini.

La Madrina della serata Ludovica Rossi Purini indossava un abito di sera a fiori rigorosamente di sartoria italiana. La Purini ha presentato il maestro Taverna ricordando una frase di Olivetti per sottolineare che i sogni italiani so concretizzano attraverso l’estro ma anche il rigore e le capacità. Baccini ha salutato gli ospiti invitando a proseguire insieme l’opera della Foedus proiettati verso il futuro e l’impresa per esportare il meglio dell’italianità verso est con la nuova sede in Bielorussia a Minsk e verso ovest con il nuovo programma Foedus Foundation USA e in prossimo branch in centro America. Per le signore un cadeaux floreale di orchidee multicolore e per i signori un bonsai in omaggio anche alle piante secolari del giardino meraviglioso dell’Accademia Filarmonica Romana dove gli ospiti hanno brindato col Gavi offerto da Villa Sparina mangiando fragole al cioccolato e mignon alla crema.

Torna in alto